Terapia familiare

Amore familiare...La psicoterapia familiare si basa sul sistema di riferimento del paziente che, a volte, rimane bloccato in rigide dinamiche relazionali che impediscono la ricerca di soluzioni e nuove forme di equilibrio.

Essa volge il suo sguardo alle risorse del sistema e dei singoli, risvegliando la capacità delle famiglie di riorganizzarsi, attraverso la ricostruzione di un nuovo equilibrio utile al mantenimento del benessere di ciascun membro.

Obiettivo della terapia familiare è di sciogliere quei nodi relazionali che costringono le famiglie, ed i singoli individui che la compongono, a vivere all’interno di profonde situazioni di disagio.

La famiglia è un piccolo gruppo, quasi una microsocietà e rappresenta un ambito di risorse a vari livelli, un luogo fisico e simbolico dove l’individuo apprende, elabora e cresce, organizzando la propria personalità anche in funzione degli altri componenti.

Appare quindi evidente come la qualità delle relazioni risulti indispensabile per uno sviluppo sano ed equilibrato di ciascun componente.

 

Indicazioni per un intervento familiare 

Se il disagio riguarda i genitori o figli adulti:

  • quando il disagio o la sofferenza psichica (nervosismo fuori luogo, ansia, attacchi di panico, depressione, etc..) di uno dei membri ha un impatto molto forte su tutta la famiglia;
  • in presenza di disturbi psicologici in uno o più membri della famiglia
  • in presenza di conflitti nelle relazioni familiari
  • quando uno o più membri della famiglia hanno difficoltà a comunicare i propri vissuti;
  • quando la sofferenza è dovuta ad un evento stressante che coinvolge l’intero nucleo familiare, come ad esempio un lutto, una separazione o un divorzio, una perdita economica, la perdita del lavoro ecc.;
  • nei disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia ecc.),
  • in casi di tossicodipendenze (droga, alcool, gioco, internet…), comportamenti violenti.
  • in presenza di conflitti tra fratelli e sorelle all’interno della famiglia

 

Se il disagio riguarda bambini/ minori/adolescenti:

La terapia familiare è molto indicata per i disagi in età evolutiva e consente di intervenire sulle dinamiche familiari

  • in presenza di disturbi tipici dell ‘infanzia
  • rendimento e comportamento scolastico ,disturbi dell’apprendimento,iperattività(adhd),etc..
  • disturbi del comportamento,( aggressività verso di se o gli altri)
  • disturbi del sonno,del linguaggio,fobie, paure immotivate, difficoltà che riguardano la defecazione o la minzione (encopresi, enuresi).
  • disturbi psicotici o alimentari

 

Per gli adolescenti e giovani adulti

  • difficoltà adolescenziali (rendimento/abbandono scolastico, problemi di socializzazione, irascibilità, conflittualità difficle da gestire, uso di droghe, alcol, internet addiction, sessualità, psicosi, disturbi del sonno, ansia, depressione attacchi di panico, disordini alimentari).

 

Come si svolge un percorso familiare

Nelle consulenze alla famiglia, il lavoro si sviluppa contemporaneamente con tutti i membri della famiglia.

Poiché molte e complesse sono le dinamiche in atto tra i membri presenti in seduta, i colloqui con la famiglia sono tenute da due terapeuti. Le sedute si svolgono a cadenza quindicinale/mensile e hanno una durata di 2 ore circa. Anche in questo caso è impossibile prevedere a priori una durata, ma nei primi incontri, con la costruzione del patto terapeutico, si stabiliscono tempi ed obiettivi insieme alla famiglia.