La coppia

coppia sul divanoLa coppia è composta da due persone che scelgono di condividere tre dimensioni importanti: emotiva, sessuale e sociale. Ogni partner porta con sé una sua storia personale che riversa nella nuova dimensione di coppia, influenzandone l’andamento.

Il legame si fonda su un “patto” in cui vengono veicolate le proprie esigenze esplicite (ad es. generare dei figli) e quelle inconsapevoli (ad es. appagare bisogni personali insoddisfatti o ricreare il proprio ideale di relazione). La vita insieme passa attraverso difficoltà e cambiamenti che possono condurre i partner a ristrutturare il proprio legame.

Talvolta accade che la coppia entri in una fase di “stallo” trovandosi in un contesto di sofferenza. La presa in carico in questo caso è un intervento finalizzato ad aiutare i coniugi/conviventi in difficoltà ad affrontare i momenti di crisi che incontrano nel corso del loro percorso, leggendo la loro storia e creando la possibilità di sviluppare nuove modalità di ascolto reciproco e di espressione dei bisogni personali.

La terapia di coppia è utile nei casi di:

  • Tradimento
  • Conflittualità
  • Problemi sessuali
  • Cambiamenti importanti  nella vita di coppia: diventare genitori, perdita del lavoro, uscita di casa dei figli, pensionamento
  • Disaccordi su gestione della genitorialità e sui rispettivi ruoli di padre e di madre
  • Sofferenza psichica di uno o entrambi i partners (depressione, ansia, disturbi alimentari dipendenze, etc..)

La psicoterapia di coppia è particolarmente indicata per aiutare i partner a riorganizzarsi in un modo diverso: il terapeuta aiuta i partner a definire degli obiettivi e a mettere in gioco le proprie risorse per raggiungerli allo scopo di ritrovare un equilibrio.

 

Come si svolge un percorso di coppia

In questo tipo di consulenza lo psicologo lavora coinvolgendo entrambi i partner, alternando formati individuali a formati diadici.

Le sedute possono essere condotte da uno o due professionisti, questo aspetto si concorda in fase iniziale attraverso la valutazione della complessità del blocco che la coppia si trova ad affrontare.

La presa in carico della coppia ha una durata difficile da definire a priori, ma che generalmente si può stimare tra i sei mesi e l’anno. Le sedute hanno una cadenza quindicinale in una fase iniziale, per poi stabilizzarsi su un incontro ogni 20/30 giorni, con una durata di 90 minuti